Cerca

28 Giugno 2017

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | Scrivici | Newsletter | Facebook | Twitter | desktop

09/01/2017 KAZAKHSTAN – SIRIA

Il Kazakhstan fornisce ulteriori aiuti umanitari alla Siria

Le provvigioni sono arrivate al porto siriano di Tartus e comprendono generi alimentari e medicinali. L’ambasciatore kazako in Giordania: “la situazione umanitaria è ancora catastrofica”.

 

 

Astana (AsiaNews/Agenzie) – Il governo kazako ha inviato circa 500 tonnellate di aiuti umanitari al popolo siriano. Le provvigioni sono arrivate al porto siriano di Tartus il 5 gennaio ed includono: cibo, farina, carne in scatola, riso, pasta e tè.

Durante un incontro con la delegazione siriana, Azamat Berdybai , l’ambasciatore kazako in Giordania ha affermato che “sebbene la comunità internazionale faccia tutti gli sforzi possibili, la situazione umanitaria è ancora catastrofica. Per questo motivo il presidente Nursultan Nazarbayev ha deciso di spedire aiuti umanitari in Siria. Le 500 tonnellate di carico – distribuite in 33 container – includono innanzitutto cibo e medicinali e sono destinati al popolo siriano, che da sei anni soffre a causa della guerra.”

Questo non è il primo degli aiuti umanitari che il Kazakhstan invia alla Siria. Nel 2012, Astana ha stanziato circa 400 mila dollari Usa tramite l’Organizzazione per la cooperazione islamica, per i governi della Giordania e del Libano per fornire assistenza umanitaria ai rifugiati siriani.

Nell’ ottobre 2015, alla fine dei negoziati fra i rappresentanti dell’opposizione siriana ad Astana, il Kazakhstan ha accettato di fornire medicine, cibo e attrezzature per un valore di 316 mila dollari Usa ai rifugiati siriani al confine turco-siriano.






Vedi anche

28/01/2012 KAZAKHSTAN
Migliaia di persone in piazza contro il governo kazako
I manifestanti denunciano brogli nelle ultime elezioni parlamentari. Al voto del 15 gennaio scorso il partito del presidente Nazarbayev ha vinto con l’81% dei voti.

14/03/2017 08:52:00 SIRIA - KAZAKHSTAN
L’opposizione anti-Assad non parteciperà ai colloqui di pace di Astana

Nella capitale kazaka governo e ribelli dovevano discutere il rafforzamento del cessate il fuoco e lo scambio di prigionieri. Leader opposizione: Boicottaggio per le “promesse non mantenute” dal governo sulla tregua. A Homs, capitale della rivoluzione, i gruppi ribelli raggiungono l’accordo per l’evacuazione. 

 



10/02/2017 15:22:00 SIRIA-ISLAM
Parla il capo della nuova coalizione jihadista: No ai dialoghi di Astana, sì alla Siria una ed islamica (Video)

Per la prima volta dalla fondazione  di Haya’t Tahrir Al Sham, un mese fa, vi è il messaggio di Hashem El Sheikh. Il richiamo all’unità con le altre forze fondamentaliste per costruire una Siria che mantenga “la sua identità islamica”. Per il momento la Haya’t sta eliminando tutti gli islamisti “traditori”.



11/03/2015 KAZAKHSTAN
Il "sovrano" kazako Nazarbayev verso la quinta rielezione
A febbraio l'Assemblea del popolo del Kazakhstan ha chiesto di indire elezioni anticipate, come già avvenuto nel 2011. Grazie ad un emendamento del 2011, il presidente ha la facoltà di organizzare elezioni senza rispettare la naturale scadenza del mandato. Il motivo ufficiale è la crisi economica e il nazionalismo russo. La ragione reale è la continuità politica dell'attuale presidente.

21/03/2016 15:48:00 KAZAKHSTAN
Elezioni in Kazakhstan: vittoria schiacciante – ma contestata – per il partito di Nazarbayev

Il partito Nur Otan ha ottenuto l’82,15% dei consensi. Governerà con i partiti alleati comunista e democratico. Osservatori dell’Osce hanno contestato il voto. La tornata elettorale è stata anticipata per riaffermare il mandato popolare del Parlamento in tempo di crisi. Ma il Paese è in crescita. La figlia del presidente, già erede designata, potrebbe diventare presidente della Camera.




Cerca
AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153
desk@asianews.it


GLACOM®