Cerca

19 Gennaio 2018

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | Scrivici | Newsletter | Facebook | Twitter | desktop

13/11/2017 BANGLADESH - VATICANO

Mymensingh, le clarisse preparano le ostie per la visita del papa (Video)

Le suore hanno confezionato 150mila ostie, di cui 50mila a titolo gratuito. La congregazione sta preparando i paramenti per i 16 diaconi che verranno ordinati da papa Francesco.

Mymensingh (AsiaNews) – Le suore clarisse dell’adorazione perpetua [note anche come clarisse sacramentarie, ndr] stanno preparando le ostie per la celebrazione eucaristica che papa Francesco presiederà a Dhaka, il prossimo primo dicembre. Ad AsiaNews sr Mary Julina riporta: “Abbiamo già fatto circa 150mila ostie. La nostra occupazione principale è l’adorazione eucaristica di 24 ore di fronte al Santissimo sacramento. Ma per l’occasione, abbiamo dedicato tutto il nostro lavoro, preghiera e sacrificio all’imminente visita del papa”.

Le suore risiedono nella diocesi di Mymensingh, nel convento delle Sorelle Monastiche situato a Bhatikashor, a circa 120 km di distanza dalla capitale. La religiosa spiega che i membri della congregazione di solito non escono dal convento, ma per la visita di papa Francesco faranno un’eccezione e “ci recheremo a Dhaka per partecipare alla messa”.

Suor Mary Julina riferisce che le Clarisse stanno anche cucendo le casule (abito talare del celebrante), le tuniche bianche, i cordoni e tutto il necessario per la cerimonia di ordinazione sacerdotale dei 16 diaconi, che verranno consacrati dal pontefice. Suor Mary Rose, superiora del convento, aggiunge che “su 150mila ostie, circa 50mila le abbiamo donate al comitato organizzativo a titolo gratuito. Abbiamo dedicato il nostro lavoro al papa”.

Sr Mary Theresita, 78 anni, ex madre superiora, ritiene che “la visita del papa porterà benedizioni immense e pace al Bangladesh. I giovani rimarranno ispirati dalla vista del papa, così come le novizie. Anche le vocazioni religiose cresceranno. Oggi invece i giovani non pregano. Sono sicura che il papa darà nuova vita ai cristiani del Paese”.

Il Bangladesh è un Paese a maggioranza islamica. Su quasi 163 milioni di abitanti, circa 600mila sono cristiani, di cui 380mila cattolici (appena lo 0,2% della popolazione). La congregazione delle clarisse sacramentarie ha due conventi di vita monastica, uno a Mymensingh e un altro a Dinajpur. Le suore sono addette ai rosari, al vino per la messa, ai biglietti di ringraziamento. In tutto il territorio vivono 36 monache.






Vedi anche

02/12/2017 09:15:00 BANGLADESH-VATICANO
Tejgaon, suore di Madre Teresa: la compassione di Dio a disabili e poveri di strada

Nella casa di Tejgaon operano 6 missionarie. La struttura accoglie in maniera temporanea uomini e donne malate che vivono nelle baraccopoli. A Dhaka ci sono 8 suore, 99 in tutto il Bangladesh. Sono accolti poveri musulmani, indù, buddisti, cristiani. “Non ci interessa convertire i bisognosi, vogliamo solo servirli”. Dall’inviata.



01/12/2017 10:25:00 BANGLADESH-VATICANO
Il Bangladesh pellegrino alla messa con papa Francesco (video)

Stamattina la messa al Suhrawardi Udyan Park di Dhaka. Ordinati 16 sacerdoti. Presenti più di 70mila persone. Tra i partecipanti, anche alcuni lebbrosi di Khulna. Un gruppo dalla parrocchia di Mohespur ha trascorso 15 ore in viaggio. Le speranze delle giovani lavoratrici. L’impegno di un neo-consacrato.  Dalla nostra inviata.



01/12/2017 08:29:00 BANGLADESH-VATICANO
Papa in Bangladesh: Il grazie ai 90mila fedeli; la preghiera per i 16 neo-ordinati

Alla sua prima messa a Dhaka, papa Francesco ringrazia i cattolici, venuti anche ““da lontano, in un viaggio di più di due giorni”. La celebrazione nel luogo dove Mujibur Rahman ha proclamato la nascita del Bangladesh.



15/10/2004 VATICANO - ANNO DELL'EUCARESTIA
Suggerimenti e proposte per celebrare l'Anno dell'eucaristia


02/12/2017 09:10:00 BANGLADESH-VATICANO
Missionario in Bangladesh: siamo un ‘piccolo resto’ guidati dallo Spirito Santo

P. Franco Cagnasso, Pime, interviene di fronte a papa Francesco, che parla a braccio a sacerdoti, suore e religiosi. “Una Chiesa che rimane al chiuso è una Chiesa malata”. “Il bisogno interiore di scoprire che il mio carisma serve in qualche posto”. Dall’inviata.




Cerca
AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153
desk@asianews.it


GLACOM®