Cerca

22 Ottobre 2017

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | Scrivici | Newsletter | Facebook | Twitter | desktop

04/10/2017 INDIA

Swami indù attacca Madre Teresa. Sajan K George: la sua santità parla da sola

Il guru indù Paripoornananda accusa la santa di Calcutta di aver trafficato 50mila donne. Leader cristiano: “Preghiamo affinchè l’amore di Gesù tocchi anche lo swami attraverso l’intercessione di Madre Teresa”.

Mumbai (AsiaNews) – Ancora attacchi di radicali indù contro Madre Teresa. È quanto denuncia ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic). Il leader cristiano condanna l’ennesima aggressione verbale contro la “Madre dei poveri” pronunciata dallo swami Paripoornananda in un canale televisivo telegu. Nel suo intervento il guru indù ha accusato la fondatrice delle Missionarie della Carità di aver trafficato 50mila donne. Sajan K George afferma: “Madre Teresa non ha bisogno di alcuna difesa. La sua santità parla da sola”.

Il leader del Gcic riferisce che lo swami “con un atteggiamento alterato ha domandato perché Madre Teresa abbia scelto proprio l’India e non altri Paesi poveri. Poi ha aggiunto che la santa di Calcutta ha trafficato le donne in maniera illegale in vari Stati”.

Sajan K George ricorda che il contributo della “Madre dei più poveri dei poveri” è “riconosciuto non solo dalla Chiesa cattolica, ma anche dal governo indiano. Le Nazioni Unite le hanno reso omaggio istituendo in sua memoria la Giornata internazionale della carità [che si celebra il 5 settembre, nella data della morte – ndr]. Il lavoro caritatevole della Madre è stato premiato nel 1962 con il Magsaysay Award [conosciuto come il “Nobel asiatico”, ndr]; nel 1971 papa Paolo VI l’ha insignita del Premio della pace papa Giovanni XXIII; lo stesso anno ha vinto anche il John F. Kennedy International Award”. Madre Teresa ha ottenuto anche i massimi riconoscimenti da parte dell’India: nel 1962 è stata insignita del Padma Shri, la quarta più alta onorificenza civile della Repubblica indiana; nel 1980 il Bharat Ratna, la prima onorificenza civile indiana, conferita come più alto riconoscimento per servizi resi alla nazione.

Madre Teresa, continua, “apparteneva a tutti. La sua compassione e la sua gentilezza hanno toccato l’anima dei poveri e dei ricchi in tutto il mondo. È spiacevole che il guru Paripoornananda abbia pronunciato frasi cosi diffamatorie e false”. Anche perché, sottolinea, le Missionarie della Carità da tempo hanno bloccato le adozioni internazionali. “Ma i critici della Madre preferiscono ignorare la verità”.

Secondo il leader cristiano, “i settori più vulnerabili ed emarginati della società si sono sentiti toccati da Dio attraverso Madre Teresa, che dava a ogni persona dignità, valore e importanza. Li faceva sentire amati ed è per questo che gente di ogni fede la accoglieva. Senza dubbio ha lasciato la propria impronta nei cuori degli uomini”. Per questo, conclude, “possiamo solo pregare per lo swami, affinchè l’amore di Gesù tocchi anche lui attraverso l’intercessione di Madre Teresa”. 






Vedi anche

22/04/2017 09:07:00 INDIA
Isole Andamane: Missionarie della Carità visitano famiglie, malati e moribondi

Le suore di Madre Teresa sono arrivate nella capitale Port Blair nel 1994. Nell’arcipelago operano quattro missionarie. Assistenza a malati e moribondi nel momento del bisogno; sostegno ai poveri finanziando lo studio dei loro figli.



13/07/2010 INDIA
È viva la testimonianza di Madre Teresa tra gli ultimi del mondo
A due mesi dal centenario della nascita di Madre Teresa di Calcutta, si moltiplicano in India i preparativi per commemorare la futura santa. Suor Rose Clarie, giovane missionaria della Carità, racconta ad AsiaNews il suo lavoro tra i malati e come Madre Teresa sia presente in ogni sua giornata. “Io non l’ho mai conosciuta, ma la sua presenza è sempre intorno a noi. Attraverso i racconti delle suore anziane conosco quello che la Madre ha detto e ha fatto Non passa giorno senza che una sua parola non entri nella nostra giornata”.

06/09/2004 india
Prima festa ufficiale per la beata Madre Teresa


25/08/2010 INDIA
Sacerdote indù: Madre Teresa un esempio di amore per tutti noi
Swami Shantatamanda ha conosciuto Madre Teresa 15 anni fa, poco prima della sua morte. Di lei ricorda la semplicità, l’amore verso i più poveri e conserva ancora un piccolo foglio con alcune preghiere scritte dalla religiosa. Membro di un'organizzazione filantropica indù, il sacerdote promuove il dialogo interreligioso attraverso l’aiuto ai bisognosi.

24/07/2010 INDIA
Prem Nagar, la città dell’amore di Madre Teresa che dona il sorriso ai lebbrosi
Abbandonati dalla famiglie molti lebbrosi finiscono con il chiedere l’elemosina per strada, dove vengono raccolti, lavati e trattati con dignità dalle Missionarie della carità di Madre Teresa. Suor Mary, missionaria indiana del Kerala, racconta ad AsiaNews i suoi otto anni al Prem Nagar Leprosy Center di Delhi. “Lo spirito di Madre Teresa è vivo in ogni nostro lebbrosario, la malattia rende deforme questa gente, ma qui non vi è ripugnanza verso di loro”.


Cerca
AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153
desk@asianews.it


GLACOM®